SOCIETING REVOLUTION


SOCIETING REVOLUTION
Il superamento del corpo come attivatore dell’azione collettiva. Alex Giordano dialoga con Maria Venditti


Nel settembre del 1960, l’ingegnere aeronautico Manfred Clynes e lo psichiatra Nathan Kline ipotizzarono che per i viaggi nello spazio vi fosse la necessità di creare un’entità uomo-macchina capace di autoregolarsi.
Li qualificarono come organismi cibernetici e li battezzarono cyborg.
Queste ricerche hanno influenzato filoni letterari e cinematografici e di conseguenza generazioni di hacker, nerds esperti di informatica ed intelligenza artificiale. Con la realizzazione dell’internet globale e delle piattaforme mobile tutti ormai siamo cyborg. Il cyborg non è né umano né macchina, espande la macchina verso l’umano e l’umano verso la macchina, confonde i confini tra i generi.
Sembrerebbe che questa sia una delle ideologie portanti della nostra contemporaneità. L’incontro tra uomo e macchina che ci rende più prestanti e potenti.

Ma non sempre è così.
L’incontro tra un hacker prestato all’accademia ed una alunna speciale, molto speciale, innesca meccanismi virtuosi e ci invita ad un viaggio dove alcuni limiti che potevano essere un freno per un buon lavoro di tesi diventano un meccanismo che rende possibile sovvertire le regole del gioco a patto, però, che tutti, collettivamente, si assumano la responsabilità di scegliere di scegliere.









il nuovo cantiere del Versus festival

L'accoglienza dell'altro diventa esperienza reale e concreta al Versus festival

Versus - possa il mio viaggio favorire la libertà [trailer]

RIPRESA WORKSHOP GRATUITO

Versus Festival un viaggio in libertà

Versus - Viaggio nella tradizione

Tony Ponticiello: la mappa a passi

Programma delle proiezioni per i prossimi giorni